LA SCULTURA LIGNEA NELL’ARTE ITALIANA. I PARTE: MEDIOEVO E RINASCIMENTO

Relatore Raffaele Casciaro

Giovanni Pisano, Donatello, Jacopo della Quercia Michelangelo: solo alcuni dei grandi scultori che hanno realizzato, tra gli altri capolavori, anche opere in legno. La conferenza tratterà del ruolo che la scultura lignea ha avuto nell’arte italiana dal periodo tardoantico all’età moderna.

Seguirà concerto di musica medioevale e rinascimentale dell’ensemle “Accademia dei Serrenati”

Programma

ALFONSO X EL SABIO da le Cantigas de Santa Maria (1221 – 1284) “Santa Maria, strela do dia” ANONIMO dal libro Vermell de Montserrat “Stella Splendens” (fine del 14 Sec.)

LAUDARIO DI CORTONA“Venite a laudare” (seconda metà XIII Sec) “Gloria ‘n cielo”

CARMINA BURANA“In taberna” (XIII sec.)

GIROLAMO MELCARNE “Il Montesardo”dai Lieti giorni di Napoli op XI – 1612 (fl. 1606 – c. 1620) “Ecco – Hor che la nott’ombrosa” Mottetto “ Bonum est confiteri”

GIULIO SAN PIER DI NEGRO Canzonette (Lecce, fl. 1600 – 1630) “Ite caldi sospir” “O dolce ristoro”  “Cor mio tu sei un foco”

ANONIMO Ciaccona di Paradiso e d’Inferno (Sec. XVII)

Ensemble “Accademia dei Serenati” –  Serena Scarinzi Voce; Lucia Rizzello Traversa e Symphonia; Luigi Bisanti Flauti dritti; Francesco Scarcella Liuto, Virginale

L’ensemble “Accademia dei Serenati”, fondato all’interno della omonima Associazione Musicale nel 1999 da Lucia Rizzello e Luigi Bisanti, è costituito da musicisti di comprovata bravura, provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, attivi come solisti, in formazioni cameristiche ed orchestrali nazionali ed internazionali; il gruppo si arricchisce con le loro singole esperienze maturate nella specializzazione e nell’esecuzione del repertorio medioevale, rinascimentale, barocco e classico con strumenti d’epoca o copie fedeli. L’ensemble è in costante contatto con istituti e archivi musicali europei e americani, con la finalità della riscoperta di materiale inedito, privilegiando i compositori di Scuola Napoletana dell’Italia meridionale e di Terra d’Otranto dal Tardorinascimento al Preclassicismo, nonché di quegli autori che, nati in Terra salentina e meridionale in genere (Galatina, San Vito dei Normanni, Taranto, Presicce, Lecce, ecc.) seppero illustrare il nome della così detta ‘scuola napoletana’ ben oltre i confini del Regno partenopeo. Il gruppo affianca, alla ricerca, lo studio della pratica esecutiva e interpretativa, relativa alle peculiarità stilistiche delle scuole europee dei secc. XIV – XVIII ed ha in repertorio pagine tra le più espressive della letteratura specialistica. L’ensemble è stato ospite di importanti rassegne e festivals di musica antica in Italia e all’estero ed ha effettuato numerose dirette televisive ed incisioni discografiche. L’Associazione “Accademia dei Serenati” organizza da sette anni, a Lecce e nel Salento, il Festival Internazionale “La voce degli Angeli”, e promuove eventi musicali e culturali di rara programmazione con numerose prime esecuzioni in tempi moderni di splendide pagine musicali non conosciute, di autori salentini e della scuola napoletana, come la messa in sol minore di Giosuè Lillo da Ruffano (Lecce), l’Oratorio “Gioas Re di Giuda “ di Michele Arditi da Presicce, il Salmo “In Te Domine speravi” di Pasquale Cafaro, opere di Giovanni Paisiello, Ignazio Gerusalemme ….

Nel corso della serata veranno anche illustrati i programmi culturali di “Sala delle Asse Lecce” per il primo semestre del 2016: conferenze, visite in giornata, viaggi dedicati ai soci della sezione leccese.
Per la richiesta di prenotazione clicca qui
COD: CONFERENZASCULTURA2016 Categorie: ,

Descrizione

Per visualizzare il programma dettagliato devi essere registrato al sito. Se sei un utente registrato effettua il LOGIN, altrimenti registrati.
REGISTRATI LOGIN